Cerca insegnamenti o docenti



Bioetica e politica del diritto - programma
Bioethics and Politics of Law - programma

Stampa questa pagina

NICOLA RIVA , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in SCIENZE POLITICHE E DI GOVERNO (GOV) ( Classe LM-62) Immatricolati dall'a.a.2014/15 - Laurea Magistrale - 2018/2019

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentosecondo trimestre
Settori scientifico disciplinari
  • IUS/20 - Filosofia del diritto
Crediti (CFU) obbligatori3
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: Il corso si propone i seguenti obiettivi di apprendimento:
- conoscenza delle differenti posizioni che si confrontano all'interno di specifici dibattiti circa il ruolo del diritto e dei soggetti pubblici nella promozione e tutela della salute e nella regolazione della riproduzione e della pratica e della ricerca biomedica;
- capacità di comprendere la logica interna a ciascuna delle differenti posizioni che si confrontano all'interno di specifici dibattiti bioetici e di riconoscerne i presupposti ontologici e assiologici e le implicazioni normative;
- capacità di applicare le conoscenze e le capacità acquisite al fine di formulare e di difendere in un dibattito pubblico una propria posizione normativa su specifiche questioni bioetiche.

Lingua dell'insegnamento: Le lezioni si terranno in italiano, ma il programma d'esame prevede la lettura di testi in inglese.

Metodi didattici: Lezioni frontali e discussione.
Saranno messe a disposizione degli studenti frequentanti delle sintesi delle lezioni. Sarà inoltre distribuito un elenco di domande di verifica dal quale saranno tratte le domande dell’esame finale relative al contenuto delle lezioni.

Programma di studio

Programma: Dopo un’introduzione generale alla bioetica pubblica, disciplina filosofica che si occupa degli argomenti normativi utilizzati per giustificare o criticare le politiche sanitarie e le diverse forme di intervento pubblico nella regolazione della riproduzione umana e della pratica e della ricerca in ambito medico, il corso esaminerà le principali questioni al centro del dibattito pubblico sui seguenti temi: aborto ed eutanasia neonatale, libertà procreativa e nuove forme di procreazione, gestazione per altre/i, eugenetica, politiche sanitarie, suicidio assistito ed eutanasia. Con riferimento a ciascuna di quelle questioni verranno individuati i principali problemi ed esaminati, nei loro presupposti ontologici, assiologici e fattuali e nelle loro implicazioni normative, i principali argomenti utilizzati per difendere diverse soluzioni a quei problemi. L’obiettivo del corso non sarà quello di individuare la risposta corretta alle questioni al centro della bioetica pubblica – l’assunto metaetico alla base del corso è, infatti, che una sola risposta corretta non esista (ma esistono risposte sbagliate) –, bensì quello di ricostruire le diverse posizioni possibili e comprenderne presupposti e implicazioni.

Programma per non frequentanti: Gli studenti non frequentanti dovranno studiare una serie di testi sugli stessi temi oggetto delle lezioni.

Short course description english flag

The course aims at:
- promoting knowledge of the different positions about the role of law in fostering and protecting health and in regulating human reproduction and medical practice and research;
- promoting capability to understand the internal logic of confronting positions within specific bioethical debates and to recognize their ontological, assiological and factual presupposals and their normative implications;
- promoting capability to apply acquired knowledge and capabilities to elaborate and defend in a public debate a personal normative position on particular bioethical issues.

After a general introduction to public bioethics, the philosophical discipline that focuses on the normative arguments used to justify or criticize health policies and the different forms of public intervention in the regulation of human reproduction and of medical practice and research, the course will analyse the principal questions at the centre of the public debate on the following issues: abortion and neonatal euthanasia, reproductive freedom and the new forms of reproduction, surrogacy contracts, eugenetics, health policy, assisted suicide and euthanasia. For each of these questions, the main problems will be isolated and the main arguments used to defend different solutions to these problems will be analysed in their ontological, assiological and factual presupposals and in their normative implications. The aim of the course will not be to find the right answer to the questions at the centre of public bioethics – the metaethical assumption of the course is that there is no one right answer (while there are wrong answers) – but that of reconstructing the different possible positions and understanding their presupposals and implications.

The course will be taught in Italian. Interested students who don’t speak Italian will be provided a list of readings in English.

The exam will consist in a mandatory written test – eight open-ended questions to be answered in two hours – and in an optional oral test.

Bibliografia e altri materiali didattici: Gli studenti frequentanti dovranno preparare, in alternativa, i testi indicati al punto 1 o il testo indicato al punto 2. Se ne indica sia l’edizione originale inglese sia, se disponibile, la traduzione in italiano. Se ne raccomanda, tuttavia, la lettura in inglese. I testi indicati con un asterisco (*) saranno resi disponibili via Ariel in quanto testi non più in commercio o accessibili tramite la biblioteca digitale di Ateneo.

(1)

- P. Singer, Practical Ethics, 3rd ed., Cambridge University Press, Cambridge, 2011, capp. 4 (pp. 71-93), 6 (pp. 123-154) e 7 (pp. 155-190).
- P. Singer, Rethinking Life and Death, Text Publishing Company, Melbourne, 1994; ed. italiana Ripensare la vita, Il Saggiatore, Milano, 1996. (*)

(2)

- R. Dworkin, Life’s Dominion. An Argument about Abortion, Euthanasia, and Individual Freedom, Knopf, New York, 1993; ed. italiana, Il dominio della vita. Aborto, eutanasia e libertà individuale, Edizioni di Comunità, Milano, 1994. (*)

Bibliografia e altri materiali didattici per non frequentanti: Gli studenti frequentanti non dovranno preparare tutti i testi sotto indicati. Se ne indica sia l’edizione originale inglese sia, se disponibile, la traduzione in italiano. Se ne raccomanda, tuttavia, la lettura in inglese. I testi indicati con un asterisco (*) saranno resi disponibili via Ariel in quanto testi non più in commercio o accessibili tramite la biblioteca digitale di Ateneo.

- P. Singer, Practical Ethics, 3rd ed., Cambridge University Press, Cambridge, 2011, capp. 4 (pp. 71-93), 6 (pp. 123-154) e 7 (pp. 155-190).
- P. Singer, Rethinking Life and Death, Text Publishing Company, Melbourne, 1994; ed. italiana Ripensare la vita, Il Saggiatore, Milano, 1996. (*)
- R. Dworkin, Life’s Dominion. An Argument about Abortion, Euthanasia, and Individual Freedom, Knopf, New York, 1993; ed. italiana, Il dominio della vita. Aborto, eutanasia e libertà individuale, Edizioni di Comunità, Milano, 1994. (*)

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Per sostenere l’esame da frequentanti è richiesta la frequenza di 4/5 delle lezioni.
L’esame, che verterà sul contenuto delle lezioni e sui testi indicati nell’apposita sezione del programma, consisterà in un’unica prova scritta, obbligatoria, della durata di due ore, articolata in otto domande aperte – quattro sul contenuto delle lezioni e quattro sui testi da leggere – e in una prova orale, facoltativa, che potrà modificare al massimo di due punti, in positivo o in negativo, il risultato della prova scritta.

Prerequisiti e modalità di esame per non frequentanti Per i non frequentanti l’esame, che verterà sui testi indicati nell’apposita sezione, consisterà in un’unica prova scritta, obbligatoria, della durata di due ore, articolata in otto domande aperte, e in una prova orale, facoltativa, che potrà modificare al massimo di due punti, in positivo o in negativo, il risultato della prova scritta.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore: IUS/20 - Filosofia del diritto - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 20 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
NICOLA RIVA , responsabile dell'insegnamentoIl ricevimento del 25/03 è anticipato al mattino, dalle 10:00 alle 13:00. Ogni lunedì dalle 15:00 alle 18:00.Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali - Stanza 206 (secondo piano dell'edificio che si affaccia su via Passione)

Avvertenze e altre informazioni

Per gli studenti del corso di laurea in Scienze politiche che intendono seguire il corso come laboratorio, per acquisire i 3 cfu previsti per le ulteriori attività formative, la frequenza è obbligatoria; non saranno ammessi a sostenere l’esame come non frequentanti.

Gli studenti interessati ai temi del corso possono inserire nel proprio piano di studi altri due insegnamenti a offerta libera, ciascuno di 3 cfu, in "Bioetica: metodi e principi" e in "Biodiritto" che, insieme al corso di "Bioetica e politica del diritto" formano un percorso interdisciplinare in "Bioetica e biodiritto" dedicato ad esplorare i profili filosofici e giuridici della pratica e della ricerca negli ambiti della medicina e delle scienze della vita, nonché i possibili utilizzi giuridici del sapere prodotto in quegli ambiti.