Cerca insegnamenti o docenti



Teorie dell'eguaglianza e dei diritti - programma
Equality theories and right - programma

Stampa questa pagina

ALESSANDRA FACCHI , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in SCIENZE DEL LAVORO DELL'AMMINISTRAZIONE E DEL MANAGEMENT (LAM) (Classe L-16) Immatricolati dall'a.a. 2014/15 - Laurea - GESTIONE DELLE RISORSE UMANE - 2018/2019

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso1
Periodo di svolgimentoprimo trimestre
Settori scientifico disciplinari
  • SPS/01 - Filosofia politica(3)
  • IUS/20 - Filosofia del diritto(3)
Crediti (CFU) obbligatori6
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: Il corso si propone i seguenti obiettivi di apprendimento:
- conoscenza e capacità di comprendere le varie fasi dello sviluppo del pensiero femminista, le tappe principali del processo che ha portato all'inclusione delle donne tra i titolari di diritti, il modo in cui quel processo ha condotto alla revisione delle idee stesse di diritti umani ed eguaglianza, e la problematica relazione tra eguaglianza e cittadinanza;
- conoscenza e capacità di comprendere la nozione di eguaglianza nelle sue diverse declinazioni; la relazione esistente tra eguaglianza e differenze di sesso, etnia, orientamento sessuale, opinioni, capacità; i problemi connessi alla promozione dell'eguaglianza a livello sociale;
- capacità di applicare le conoscenze e competenze acquisite all'analisi e alla discussione delle controversie al centro del dibattito pubblico riguardanti i diritti delle donne e delle minoranze sessuali e culturali.

Lingua dell'insegnamento: Italiano

Metodi didattici: Lezioni frontali

Programma di studio

Programma: Programma per frequentanti

Il corso sarà articolato in due unità didattiche.
La prima unità didattica si concentrerà su una analisi filosofico-politica della condizione della donna, condizione intesa come uno dei principali indicatori della qualità di un regime politico. Il modello democratico, e le sue patologie, saranno quindi considerati come laboratorio di analisi cri-tica della controversa idea di eguaglianza, e esaminati a partire dalla lettura critica di una selezione di testi di autori e autrici particolarmente rappresentativi della teoria politica che lavora su egua-glianza e diseguaglianze: Harriet Taylor, John Stuart Mill, Virginia Woolf, Carole Pateman, Catharine MacKinnon
La seconda unità didattica si svolgerà attraverso una ricostruzione storica e teorica delle diverse fasi e posizioni del pensiero femminista e delle loro ricadute sul diritto. Saranno poi affrontate alcune prospettive interne al pensiero femminista e questioni specifiche che mettono in gioco il rapporto tra eguaglianza, differenze e diritti.

Programma per non frequentanti: Il programma per non frequentanti è, in quanto a contenuto, analogo a quello per frequentanti. Esso differisce da quello per frequentanti sotto il profilo del materiale da preparare ai fini dell’esame.

Short course description english flag

The course aims at:
- promoting the knowledge and understanding of the main stages of the process that led to the inclusion of women between rights holders, of the main stages of the development of feminist political thought and of its central ideas, and of the way in which that process has led to the revision of the very ideas of human rights and equality, and of the problematic relationship between equality and citizenship ;
- promoting knowledge and understanding of the notion of equality in its historical evolution and different conceptions, of the relationship between equality, fundamental rights and differences of sex, gender, sexual orientation, culture, religion, etc.;
- - promoting the ability to apply the acquired knowledge and skills to the analysis and discussion of the disputes at the center of public debate about the relations between equality and differences and the strategies to reduce the gap between the formal holding of rights and the real opportunity to enjoy it.

Bibliografia e altri materiali didattici: Unità didattica 1
- C. Pateman, Il contratto sessuale. I fondamenti nascosti della società moderna, Moretti e Vitali, Bergamo, 2015, capp. 3 (pp. 78-130) e 6 (pp. 235-281).
- C.A. MacKinnon, Soltanto parole, Giuffrè, Milano, 1999, cap. 3.
- J.S. Mill, “L’asservimento delle donne”, in J.S. Mill, H. Taylor, Sull’eguaglianza e l’emancipazione femminile, Einaudi, Torino, 2008, capp. 1-2 (pp. 69-136).
- V. Woolf, Le tre ghinee, Feltrinelli, Milano, 1979 (o ed. successive).


Unità didattica 2
- I.M. Young, “Cinque facce dell’oppressione”, in I.M. Young, Le politiche della differenza, Feltrinel-li, Milano, 1996, cap. 2 (pp. 51-84) e cap. 6 (pp. 196-240)*
- S.M. Okin, Diritti delle donne e multiculturalismo, Cortina, Milano, 2007, parte prima (pp. 1-22). In alternativa: S.M. Okin, “Feminism and Multiculturalism: Some Tensions”, Ethics 108/4, 1998, pp. 661-684 (il testo in inglese sarà reso disponibile su Ariel).
- C.A. MacKinnon, Le donne sono umane?, Laterza, Roma-Bari, 2012, capp. 2-6 (pp. 6-93).


I testi indicati con un asterisco (*), in quanto non pubblicati, liberamente accessibili online o non più in commercio, saranno resi disponibili su Ariel.

Bibliografia e altri materiali didattici per non frequentanti: Parte comune:
- F. Restaino, “Il pensiero femminista. Una storia possibile”, in A. Cavarero, F. Restaino, Le filosofie femministe, Bruno Mondadori, Milano, cap. 1 (pp. 3-54).
A.Facchi. Diritti delle donne e diritti umani: un percorso tra eguaglianza e autonomia personale, dattiloscritto *
-A partire dall’eguaglianza: un percorso nel pensiero femminista sul diritto, in About Gender 1/1, 2012, pp.118-150

Unità didattica 1

- J.S. Mill, “L’asservimento delle donne”, in J.S. Mill, H. Taylor, Sull’eguaglianza e l’emancipazione femminile, Einaudi, Torino, 2008, capp. 1-2 (pp. 69-136).
- V. Woolf, Le tre ghinee, Feltrinelli, Milano, 1979 (o ed. successive).
- C. Pateman, Il contratto sessuale. I fondamenti nascosti della società moderna, Moretti e Vitali, Bergamo, 2015, capp. 1-3 (pp. 29-130) e 6 (pp. 235-281).

Unità didattica 2
- I.M. Young, “Cinque facce dell’oppressione”, in I.M. Young, Le politiche della differenza, Feltrinel-li, Milano, 1996, cap. 2 (pp. 51-84) e cap. 6 (pp. 196-240)*
- S.M. Okin, Diritti delle donne e multiculturalismo, Cortina, Milano, 2007, parte prima (pp. 1-22). In alternativa: S.M. Okin, “Feminism and Multiculturalism: Some Tensions”, Ethics 108/4, 1998, pp. 661-684 (il testo in inglese sarà reso disponibile su Ariel).
- C.A. MacKinnon, Le donne sono umane?, Laterza, Roma-Bari, 2012, capp. 2-6 (pp. 6-93).


I testi indicati con un asterisco (*), in quanto non pubblicati, liberamente accessibili online o non più in commercio, saranno resi disponibili su Ariel.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeEsame
Giudiziovoto verbalizzato in trentesimi

Prerequisiti e modalità di esame Per sostenere l’esame da frequentanti è richiesta la frequenza di 4/5 delle lezioni.
Per i frequentanti l’esame, che verterà sul contenuto delle lezioni e sui testi indicati nell’apposita sezione, consisterà in un’unica prova scritta, obbligatoria, e in una prova orale, facoltativa, che po-trà modificare al massimo di tre punti, in positivo o in negativo, il risultato della prova scritta.

Prerequisiti e modalità di esame per non frequentanti Per i non frequentanti l’esame, che verterà sui testi indicati nell’apposita sezione, consisterà in un’unica prova scritta, obbligatoria, e in una prova orale, facoltativa, che potrà modificare al mas-simo di tre punti, in positivo o in negativo, il risultato della prova scritta.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore: SPS/01 - Filosofia politica - Crediti: 3
  • Settore: IUS/20 - Filosofia del diritto - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Lezioni: 40 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
ALESSANDRA FACCHI , responsabile dell'insegnamentolunedì dalle ore 14,30 alle 17.30Ufficio 207, Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche, via Conservatorio 7, Milano.
BEATRICE MAGNIMercoledì h. 10.30 - 13.30. Il ricevimento del 20 giugno è spostato a martedì 19, dalle 11 alle 13stanza 14 - sopralzo cortile