Cerca insegnamenti o docenti



Manifesto degli studi

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO
MANIFESTO DEGLI STUDI A.A.  2017/18
LAUREA MAGISTRALE IN
AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP) - Classe LM-63
Immatricolati dall'a.a. 2014/15
 
GENERALITA'
Classe di laurea di appartenenza:LM-63  SCIENZE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (Classe LM-63)
Titolo rilasciato:Dottore Magistrale
Curricula attivi:GOVERNO DIGITALE , AUTONOMIE TERRITORIALI , LEGALITA' E CRIMINALITA' ORGANIZZATA
Durata del corso di studi:2 anni
Crediti richiesti per l'accesso:180
Cfu da acquisire totali:120
Annualità attivate:1° , 2°
Modalità accesso:Libero con valutazione dei requisiti di accesso
Codice corso di studi:B64
 
RIFERIMENTI
Presidente Collegio Didattico
Prof. Gabriele Bottino
Docenti tutor
Prof. Nicola Pasini (nicola.pasini@unimi.it)
Per informazioni concernenti l’ammissione al Corso di laurea magistrale, contattare il Prof. Gabriele Bottino (gabriele.bottino@unimi.it).
Studenti tutor
Elenco aggiornato su www.app.unimi.it
Forum studenti e docenti http://groups.yahoo.com/group/ammini
Per potervi accedere non è necessaria l'iscrizione al corso di laurea
Sito web del corso di laurea
www.sps.unimi.it/corsi-di-laurea; www.app.unimi.it
IMMATRICOLAZIONI E AMMISSIONI
    http://www.unimi.it/studenti/matricole/77516.htm  
 
CARATTERISTICHE DEL CORSO DI STUDI
Obiettivi formativi generali e specifici
Il corso di laurea magistrale forma manager con:
- una realistica conoscenza delle logiche di funzionamento - o di malfunzionamento - delle organizzazioni pubbliche locali, nazionali, sovranazionali
- la capacità di gestire le risorse umane, finanziarie, tecnologiche e i vincoli normativi in contesti organizzativi complessi
- la piena padronanza dei metodi per il disegno, la realizzazione e la valutazione delle politiche e dei servizi
- un’approfondita conoscenza degli standard utilizzati nelle comparazioni internazionali
- la preparazione tecnica per aumentare l’accountability delle amministrazioni pubbliche, dando conto del loro operato in modo chiaro, diretto, efficace, misurabile
- la capacità di organizzare queste informazioni in modo facilmente accessibile ai cittadini e alle loro associazioni, utilizzando tutte le risorse offerte dalle nuove tecnologie
- le competenze per promuovere la collaborazione tra amministrazioni diverse, nella prospettiva della multilevel governance
- l’effettiva comprensione dei requisiti organizzativi necessari per lo sviluppo dell’egovernment
- la capacità di riflettere, anche in una prospettiva di etica pubblica, sulle responsabilità connesse all’utilizzazione di risorse pubbliche.
Profilo professionale e sbocchi occupazionali
AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE è progettato per formare manager capaci di assumere elevate responsabilità e di coordinare progetti di rilevante complessità
- in tutte le articolazioni dell’amministrazione pubblica
- nelle imprese dei servizi
- nelle organizzazioni non profit
- nelle autorità di controllo e di auditing pubblico
- nelle società di consulenza
Conoscenze per l'accesso
I requisiti richiesti per l’ammissione a questa laurea magistrale sono di tre tipi:
1. il titolo di laurea conseguito nelle classi qui di seguito indicate
2. le competenze e conoscenze acquisite in specifici settori scientifico-disciplinari
3. il superamento di una soglia di merito con il voto di laurea.

1. Occorre avere una laurea in una delle classi qui di seguito indicate (attenzione: i numeri delle classi di laurea sono stati modificati nel 2008: trovate tra parentesi i vecchi numeri)
CLASSI DI LAUREA DM 270/04 (DM 509/99)
L-16 Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione (Classe 19-Scienze dell’amministrazione)
L-1 Beni culturali (Classe 13-Scienze dei beni culturali)
L-5 Filosofia (Classe 29-Filosofia)
L-6 Geografia (Classe 30-Scienze geografiche)
L-7 Ingegneria civile e ambientale (Classe 8-Ingegneria civile e ambientale)
L-10 Lettere (Classe 5-Lettere)
L-11 Lingue e culture moderne (Classe 11-Lingue e culture moderne)
L-12 Mediazione linguistica (Classe 3 - Scienze della mediazione linguistica)
L-14 Scienze dei servizi giuridici (Classe 2 - Scienze dei servizi giuridici)
L-15 Scienze del turismo (Classe 39 - Scienze del turismo)
L-18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale (Classe 17 - Scienze dell'economia e della gestione aziendale)
L-19 Scienze dell'educazione e della formazione (Classe 18 - Scienze dell'educazione e della formazione)
L-20 Scienze della comunicazione (Classe 14 - Scienze della comunicazione)
L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale (Classe 7-Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale)
L-24 Scienze e tecniche psicologiche (Classe 34-Scienze e tecniche psicologiche)
L-31 Scienze e tecnologie informatiche (Classe 26-Scienze e tecnologie informatiche)
L-32 Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura (Classe 27 - Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura)
L-33 Scienze economiche (Classe 28 - Scienze economiche)
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali (Classe 15-Scienze politiche e delle relazioni internazionali)
L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace (Classe 35-Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace)
L-39 Servizio sociale (Classe 6 - Scienze del servizio sociale)
L-40 Sociologia (Classe 36 - Scienze sociologiche)
L-41 Statistica (Classe 37 - Scienze statistiche)
L-43 Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali (Classe 41-Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali)

In considerazione dell’interesse della pubblica amministrazione a disporre di profili professionali capaci di sommare competenze tecnico-scientifiche settoriali e competenze manageriali, il Collegio didattico può consentire l’accesso anche a laureati in classi di laurea non comprese in questo elenco, a condizione che del possesso dei requisiti di cui ai punti seguenti. Il Collegio didattico può inoltre ammettere:
- chi ha conseguito una laurea quadriennale, o un’altra laurea magistrale, o specialistica
- chi é in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo.
Nelle pagine web del corso di laurea magistrale www.ammini.org/app.html sono forniti i modelli per presentare queste domande.

2. Le competenze disciplinari richieste sono definite con riferimento ai seguenti gruppi di insegnamenti (attenzione: non contano i nomi degli insegnamenti che avete sostenuto, ma le sigle dei loro settori scientifico-disciplinari):
Gruppo: statistico- quantitativo
n. crediti richiesti per il gruppo: 9
Settori scientifico-disciplinari: INF/01 - Informatica; ING-INF/05 - Sistemi di elaborazione delle informazioni; MAT/09 - Ricerca operativa; SECS-P/05 – Econometria; SECS-S/01 - Statistica; SECS-S/03 - Statistica economica; SECS-S/04 – Demografia; SECS-S/05 - Statistica sociale
Gruppo: economico-organizzativo
n. crediti richiesti per il gruppo: 15
Settori scientifico-disciplinari: SECS-P/01 – Economia politica; SECS-P/02 – Politica economica; SECS-P/03 – Scienza delle finanze; SECS-P/06 – Economia applicata; SECS-P/07 – Economia aziendale; SECS-P/08 – Economia e gestione delle imprese; SECS-P/10 – Organizzazione aziendale
Gruppo: giuridico
n. crediti richiesti per il gruppo: 15
Settori scientifico-disciplinari: IUS/01 - Diritto privato; IUS/05 - Diritto dell'economia; IUS/07 - Diritto del lavoro; IUS/08 - Diritto costituzionale; IUS/09 - Istituzioni di diritto pubblico; IUS/10 - Diritto amministrativo; IUS/14 - Diritto dell'unione europea; IUS/21 - Diritto pubblico comparato
Gruppo: processi decisionali ed organizzativi
n. crediti richiesti per il gruppo: 15
Settori scientifico-disciplinari: M-PSI/05 - Psicologia sociale; M-PSI/06 - Psicologia del lavoro e delle organizzazioni; SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche; SPS/04 - Scienza politica; SPS/07 - Sociologia generale; SPS/08 - Sociologia dei processi culturali e comunicativi; SPS/09 - Sociologia dei processi economici e del lavoro; SPS/11 - Sociologia dei fenomeni politici
Gruppo: competenze linguistiche
n. crediti richiesti per il gruppo: 6
Settori scientifico-disciplinari: L-LIN/12 – Lingua e traduzione - lingua inglese
In alternativa al possesso dei 6 cfu L-LIN/12, è richiesta una certificazione linguistica attestante il livello B1

Per consentire l'accesso alla laurea magistrale anche a laureati con elevata preparazione provenienti da percorsi formativi non perfettamente coerenti con i requisiti qui sopra elencati, qualora il numero dei crediti acquisiti risulti inferiore a quanto richiesto, il collegio didattico, sulla base delle indicazioni espresse dalla commissione della prova di ammissione, approva un piano di studi personalizzato che prevede la sostituzione totale o parziale degli insegnamenti curriculari con insegnamenti atti a garantire una adeguata preparazione di base.
Qualora tali modifiche al piano di studi non risultino sufficienti, il collegio didattico può richiedere l’acquisizione di ulteriori crediti formativi universitari. Si ricorda che è possibile sostenere esami aggiuntivi in due modi: gratuitamente, durante il periodo di iscrizione a una laurea triennale o, per chi è già laureato, iscrivendosi a insegnamenti singoli, seguendo le procedure indicate nel sito www.unimi.it .
Per agevolare gli studenti nella valutazione della loro precedente carriera e nella eventuale scelta degli insegnamenti da sostenere, è istituito un servizio di consulenza a cura del Prof. Gabriele Bottino (gabriele.bottino@unimi.it) . Sul sito www.ammini.org/app.html sono pubblicati i moduli da compilare e da inviare, per una prima convalida, al Prof. Bottino.

3. Occorre avere una solida preparazione personale
Per la laurea magistrale in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE, la verifica della preparazione personale si basa sui voti riportati nel precedente curriculum universitario:
- per i laureati che possono accedere direttamente alla laurea magistrale, senza sostenere altri esami, la verifica è compiuta sul voto di laurea, che deve essere pari o superiore a 94/110
- per i laureati che possono accedere solo dopo avere sostenuto gli esami di cui al punto 2, la verifica è compiuta sulla media ponderata tra il voto di laurea (pesato per 180 crediti) e i voti nei crediti acquisiti con gli esami oltre il percorso di laurea. Tale media ponderata deve essere pari o superiore a 25/30.
La prova di ammissione consiste in un colloquio in cui è verificata l’esistenza dei requisiti dei punti 1, 2, 3.
Note
I programmi di esame si trovano sul sito http://www.facoltaspes.unimi.it. E’ ammesso l’uso della lingua inglese nelle lezioni e per i testi d’esame.
La scelta degli insegnamenti in alternativa è limitata a quelli effettivamente impartiti.
Prima di seguire l’insegnamento di Analisi e valutazione delle politiche, si raccomanda di superare l’esame di Analisi dei dati.
E’ facoltà degli studenti del primo anno anticipare gli insegnamenti previsti al secondo anno. Si raccomanda di considerare questa opportunità per utilizzare al meglio la distribuzione degli insegnamenti nelle fasce orarie.
Obbligo di frequenza
La frequenza è fortemente consigliata.
Regole generali per iscrizione e ammissione agli appelli d'esame
L’iscrizione agli esami avviene online, con le modalità spiegate nella guida studente.
Formulazione e presentazione piano di studi
Di norma la compilazione è prevista a partire dal primo anno.
Caratteristiche della prova finale
La laurea magistrale in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE si consegue con il superamento di una prova finale, corrispondente a 21 crediti, che consiste nella preparazione e discussione pubblica di una tesi (in italiano o in lingua inglese), elaborata in forma originale dallo studente sotto la guida di un relatore.
Criteri di ammissione alla prova finale
Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve aver conseguito 99 crediti.
 
 
ESPERIENZA DI STUDIO ALL'ESTERO NELL'AMBITO DEL PERCORSO FORMATIVO
L'Università degli Studi di Milano sostiene la mobilità internazionale dei propri iscritti, offrendo loro la possibilità di trascorrere periodi di studio e di tirocinio all'estero, occasione unica per arricchire il proprio curriculum formativo in un contesto internazionale.

A tal fine l'Ateneo aderisce al programma europeo Erasmus+ nell'ambito del quale ha stabilito accordi con oltre 300 Università in oltre 30 Paesi. Nell'ambito di tale programma, gli studenti possono frequentare una delle suddette Università al fine di svolgervi attività formative sostitutive di una parte del proprio piano di studi, comprese attività di tirocinio/stage presso imprese, centri di formazione e di ricerca o altre organizzazioni, o ancora per prepararvi la propria tesi di laurea.

L'Ateneo intrattiene inoltre rapporti di collaborazione con diverse altre prestigiose Istituzioni estere offrendo analoghe opportunità anche nell'ambito di corsi di studio di livello avanzato.
Cosa offre il corso di studi
Il Corso di Laurea aderisce ai programmi Erasmus e Erasmus Placement, con particolare riferimento alle Università della Francia e della Spagna.
È possibile svolgere all’estero esami ed una parte del lavoro di preparazione della tesi di laurea.
Modalità di partecipazione ai programmi di mobilità - mobilità Erasmus
Per poter accedere ai programmi di mobilità per studio, della durata di 3-12 mesi, gli studenti dell'Università degli Studi di Milano regolarmente iscritti devono partecipare a una procedura di selezione pubblica che prende avvio in genere intorno al mese di febbraio di ogni anno tramite l'indizione di appositi bandi, nei quali sono riportati le destinazioni, con la rispettiva durata della mobilità, i requisiti richiesti e i termini per la presentazione on-line della domanda.

La selezione, finalizzata a valutare la proposta di programma di studio all'estero del candidato, la conoscenza della lingua straniera, in particolare ove considerato requisito preferenziale, e le motivazioni alla base della candidatura, avviene ad opera di commissioni appositamente costituite.

Ogni anno, prima della scadenza dei bandi, l'Ateneo organizza degli incontri informativi per corso di studio o gruppi di corsi di studio, al fine di illustrare agli studenti le opportunità e le regole di partecipazione.

Per finanziare i soggiorni all'estero nell'ambito del programma Erasmus+, l'Unione Europea assegna ai vincitori una borsa di studio che - pur non coprendo l'intero costo del soggiorno - è un utile contributo per costi supplementari come spese di viaggio o maggiore costo della vita nel Paese di destinazione.
L'importo mensile della borsa di studio comunitaria è stabilito annualmente a livello nazionale; contributi aggiuntivi possono essere erogati a studenti disabili.

Per permettere anche a studenti in condizioni svantaggiate di partecipare al programma Erasmus+, l'Università degli Studi di Milano assegna ulteriori contributi integrativi, di importo e secondo criteri stabiliti di anno in anno.

L'Università degli Studi di Milano favorisce la preparazione linguistica degli studenti selezionati per i programmi di mobilità, organizzando ogni anno corsi intensivi nelle seguenti lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

L'Università per agevolare l'organizzazione del soggiorno all'estero e orientare gli studenti nella scelta delle destinazioni offre un servizio di assistenza.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina http://www.unimi.it/studenti/erasmus/70801.htm
www.unimi.it > Studenti > Studiare all'estero > Erasmus+

Per assistenza rivolgersi a:
Ufficio Accordi e relazioni internazionali
via Festa del Perdono 7 (piano terra)
Tel. 02 503 13501-12589-13495-13502
Fax 02 503 13503
Indirizzo di posta elettronica: mobility.out@unimi.it
Orario sportello: Lunedì-venerdì 9 - 12
 
MODALITA' DI ACCESSO: 1° ANNO LIBERO CON VALUTAZIONE DEI REQUISITI DI ACCESSO
Istruzioni operative
I laureati, e i candidati in possesso di almeno 156 crediti che hanno già soddisfatto i requisiti curricolari, devono presentare la domanda di ammissione per via telematica previa verifica delle scadenze e delle modalità al link http://www.unimi.it/studenti/matricole/77648.htm.
L’ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata per tutti al superamento di un colloquio orale.
Una commissione esaminatrice valuterà i requisiti curriculari e l'adeguatezza della preparazione iniziale dei candidati tramite appositi colloqui che si terranno nelle date sotto indicate:
• Venerdì 15 settembre 2017: ore 10-13 e 14-16.30, Aula 20 presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali per i laureati;
• Lunedì 18 dicembre 2017: ore 10-14, Aula 20 presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali, per gli studenti che conseguono la laurea entro il 31 dicembre 2017;
Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito web del corso di laurea magistrale.
La conoscenza della lingua inglese verrà accertata in sede di prova di ammissione.
N° posti riservati a studenti extracomunitari non soggiornanti in Italia
10
Note
Responsabile delle pratiche amministrative: Segreteria Studenti di Scienze politiche, economiche e sociali
Via Mercalli 21 20122 Milano, fax: 02-50312213, sito web www.unimi.it/studenti/segreterie/773.htm - servizio Infomail Segreterie
 
1°  ANNO DI CORSO Attività formative obbligatorie  comuni a tutti i curricula
Attività formativa CfuSettore
Analisi dei dati9SECS-S/01
Diritto amministrativo europeo9IUS/10
Governo locale6SPS/04
Modelli di governance6SPS/04
Relazioni di lavoro nel settore pubblico9SPS/09
Valutazione dei risultati e ricerca sociale9(3) SECS-P/07(6) , SPS/07
 Totale CFU obbligatori 48  
 
2°  ANNO DI CORSO Attività formative obbligatorie  comuni a tutti i curricula
Attività formativa CfuSettore
Analisi e valutazione delle politiche9SPS/04
European Regulatory Economics - Jean Monnet Chair9SECS-P/03
 Totale CFU obbligatori 18  
 
Altre attività a scelta  comuni a tutti i curricula
Lo studente deve conseguire 9 CFU a scelta libera, anche con esami in insegnamenti impartiti in altri corsi di laurea o in altre facoltà.
Lo studente deve conseguire 6 CFU per "Altre attività formative" attraverso:
- accertamento di abilità informatiche progredite
- accertamento conoscenze progredite di lingua inglese
- stage (certificatore: Prof. Gabriele Bottino gabriele.bottino@unimi.it)
- frequenza di corsi, anche esterni, previa approvazione del prof. Gabriele Bottino (gabriele.bottino@unimi.it)
Accertamento conoscenze linguistiche progredite: inglese3L-LIN/12
Accertamento di abilità informatiche progredite3INF/01
 
Attività conclusive  comuni a tutti i curricula
Prova finale21
 Totale CFU obbligatori 21  
 
ELENCO CURRICULA ATTIVI
GOVERNO DIGITALE
AUTONOMIE TERRITORIALI
LEGALITA' E CRIMINALITA' ORGANIZZATA
 
 
CURRICULUM: [B64-C] GOVERNO DIGITALE
Contenuto
Mira ad analizzare la crescente influenza dell’ICT sia nei processi di riorganizzazione amministrativa, sia nei canali di costruzione della partecipazione e del consenso. Queste dinamiche sono analizzate da prospettive disciplinari diverse: giuridiche, manageriali, focalizzate sulla digital governance.
 
2°  ANNO DI CORSOAttività formative obbligatorie  specifiche del curriculum GOVERNO DIGITALE
Attività formativa CfuSettore
Diritto dell'amministrazione digitale6IUS/10
e-democracy, e-participation6INF/01
eGovernment e cambiamento organizzativo6SECS-P/10
 Totale CFU obbligatori 18  
 
CURRICULUM: [B64-D] AUTONOMIE TERRITORIALI
Contenuto
Mira ad approfondire le competenze necessarie per gestire le risorse e le tensioni che caratterizzano gli enti per il governo regionale e locale, attraverso l’integrazione tra la prospettiva giuridica e quella finanziaria.
 
2°  ANNO DI CORSOAttività formative obbligatorie  specifiche del curriculum AUTONOMIE TERRITORIALI
Attività formativa CfuSettore
Analisi giuridica dei sistemi tributari6IUS/12
Diritto degli enti locali6IUS/10
 Totale CFU obbligatori 12  
Attività a scelta  specifiche del curriculum AUTONOMIE TERRITORIALI
Lo studente deve conseguire 6 CFU in uno dei seguenti insegnamenti:
Economia e politica regionale dell'Unione Europea6SECS-P/03
Economia sanitaria6SECS-P/07
 
CURRICULUM: [B64-E] LEGALITA' E CRIMINALITA' ORGANIZZATA
Contenuto
Mira ad analizzare i rapporti tra la pubblica amministrazione e le infiltrazioni, in essa, delle organizzazioni criminali, con particolare attenzione agli strumenti ad oggi predisposti per prevenire e reprimere tali infiltrazioni.

Gli insegnamenti del 2° anno di corso del curr. LEGALITA' E CRIMINALITA' ORGANIZZATA saranno attivi dall'a.a. 2018/19
 
2°  ANNO DI CORSOAttività formative obbligatorie  specifiche del curriculum LEGALITA' E CRIMINALITA' ORGANIZZATA
Attività formativa CfuSettore
Criminalità economica e finanziaria6SECS-P/10
Strumenti di contrasto alla criminalità organizzata e percorsi di legalità6(3) IUS/17(3) , IUS/10
 Totale CFU obbligatori 12  
Attività a scelta  specifiche del curriculum LEGALITA' E CRIMINALITA' ORGANIZZATA
Lo studente deve conseguire 6 CFU in uno dei seguenti insegnamenti:
Politiche della sicurezza e dell'intelligence6SPS/09
Sociologia e metodi di educazione alla legalità6SPS/09