Cerca insegnamenti o docenti



Laboratorio "Comportamenti comunicativi nelle organizzazioni" - programma
Communication behaviours in organisations - programma

Stampa questa pagina

MARIA SARTOR , responsabile dell'insegnamento

Corso di laurea in MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 - Laurea - 2016/2017

Insegnamento obbligatorioNo
Anno di corso
Periodo di svolgimentoterzo trimestre
Settori scientifico disciplinari
  • SPS/09 - Sociologia dei processi economici e del lavoro
Crediti (CFU) obbligatori3
Crediti (CFU) facoltativi-

Informazioni generali

Obiettivi: Il laboratorio (20 ore distribuite in 5 incontri) intende:
a) trasmettere la conoscenza delle concezioni comunicative presenti nelle organizzazioni
b) far cogliere la complessità dei sistemi di segnalazione e significazione che provengono dalle persone
c) mettere in grado di riconoscere le incoerenze fra i piani verbali e non verbali del comportamento comunicativo interpersonale, che possono originare dei veri e propri paradossi comunicativi nelle organizzazioni
d) far esercitare la lettura della comunicazione non verbale (CNV) nella trama dei comportamenti comunicativi all'interno delle organizzazioni
e) far crescere la consapevolezza delle modalità comunicative non verbali dei partecipanti

Lingua dell'insegnamento: Italiano

Metodi didattici: Gli argomenti verranno introdotti dal docente durante le lezioni frontali e discussi dai partecipanti.
La capacità di percezione, verbalizzazione, classificazione e comprensione dei segnali del corpo verrà esercitata attraverso il lavoro individuale e di gruppo. Verrà inoltre esercitata la lettura congiunta dei significati della comunicazione verbale e non verbale, intenzionale e non intenzionale con riferimento ai contesti organizzativi.

Programma di studio

Programma: Lezioni frontali sulle teorie della comunicazione e sulle concezioni della comunicazione presenti nelle organizzazioni
Esercitazioni di percezione, verbalizzazione, classificazione e comprensione dei segnali del corpo
Esercitazioni di lettura congiunta dei significati della comunicazione verbale e non verbale, intenzionale e non intenzionale, nelle organizzazioni.

I comportamenti comunicativi nelle organizzazioni, estrapolati da immagini statiche, brani della letteratura, da spezzoni di documentari e/o fiction di qualità, vengono, attraverso le esercitazioni, colti ed interpretati alla luce di teorie e concetti proposti da autori di discipline diverse: microsociologia/interazionismo simbolico: E. Goffman; psicosociologia: M. Argyle; J. Luft e H. Ingham; L. Anolli; teorie della comunicazione/semiotica: U. Volli, U. Eco, G. Bettetini, ecc.; pragmatica (Watzlawick e colleghi). I partecipanti impareranno a utilizzare tali concetti. Sullo sfondo, le teorie organizzative.

Short course description english flag

This course/laboratory on Communicative behaviors in organizations presents (and discusses with the students) the Theories and the may key conceptions of communication in use in organizations.
The aim is to enable the participants to:
a) understand the complexity of the signaling and meaning systems that are originated from people;
b) recognize inconsistencies between verbal and non-verbal communicational behaviors and the related pragmatic paradoxes;
c) practice perception and comprehension of non-verbal communication signals.

Bibliografia e altri materiali didattici: Durante il corso verranno consegnate le slide predisposte dalla docente, alcuni materiali di studio/approfondimento (brani di libro) e i materiali per le esercitazioni individuali e/o di gruppo, ricavati da alcune delle seguenti fonti bibliografiche:
 Ugo Volli, Il libro della comunicazione. Cosa significa comunicare: idee, strumenti, modelli, Il Saggiatore, Milano, 1994 (ed. orig.) capitolo 1, pp. 17-48
 Gianfranco Bettetini, Semiotica della comunicazione di impresa, Milano, Bompiani, 1993 (ed. orig.)
 Erving Goffman, Il comportamento in pubblico. L’interazione sociale nei luoghi di riunione, Einaudi Paperbacks 25, 1971
 Paul Watzlawick, Janet Helmick Beavin, Don D. Jackson, Pragmatica della comunicazione umana. Studio dei modelli interattivi delle patologie e dei paradossi, Astrolabio, 1971
 Marino Bonaiuto, Fridanna Maricchiolo, La comunicazione non verbale, Carocci editore, 2009
 Erhard Thiel, Messaggi del corpo. Il carattere, la personalità attraverso i gesti, le pose, gli atteggiamenti del corpo, Armenia, 1995
 Vera Birkenbihl, Segnali del corpo. Come interpretare il linguaggio corporeo, Franco Angeli, 1998

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Esame in un'unica volta o suddiviso in partiunico
Modalità di accertamento conoscenzeGiudizio di approvazione
Giudiziosuperato/non superato

Prerequisiti e modalità di esame Non sono richiesti prerequisiti per poter frequentare con successo il Laboratorio.
L’apprendimento degli studenti verrà valutato sulla base delle esercitazioni che si svolgeranno in aula durante gli incontri di laboratorio.
Per ottenere una giudizio di approvazione, che dà diritto a 3 CFU, in aula è principalmente richiesto un comportamento di attiva partecipazione.

Prerequisiti e modalità di esame per non frequentanti Per le caratteristiche di interattività e per la durata contenuta del laboratorio, la frequenza è obbligatoria.

Organizzazione della didattica

Settori e relativi crediti

  • Settore: SPS/09 - Sociologia dei processi economici e del lavoro - Crediti: 3
Attività didattiche previste

Attivita' di laboratorio: 20 ore

Ricevimento Docenti

Orario di ricevimento Docenti
DocenteOrario di ricevimentoLuogo di ricevimento
MARIA SARTOR , responsabile dell'insegnamento

Avvertenze e altre informazioni

Questi i principali argomenti che verranno trattati:
Teorie della comunicazione e concezioni della comunicazione presenti nelle organizzazioni
Pragmatica della comunicazione interumana con riferimento alle organizzazioni e Assiomi della comunicazione
Comunicazione non verbale nelle organizzazioni
Tecniche per la percezione, verbalizzazione, classificazione e comprensione dei segnali del corpo
Tecniche di lettura congiunta dei significati della comunicazione verbale e non verbale, intenzionale e non intenzionale nelle organizzazioni