Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16)

Tipo di corso di studiLaurea
Anno accademico2016/2017
Classe di laureaclasse L-16, SCIENZE DELL AMMINISTRAZIONE E DELL'ORGANIZZAZIONE
Titolo rilasciatoDottore
Curricula
Durata3 anni
Crediti richiesti per l’accesso
Crediti180
Anni di corso attivati1° anno, 2° anno, 3° anno
AccessoProgrammato
Conoscenze richieste per l'accessoPer essere ammessi al corso di laurea in Management Pubblico occorre possedere un diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo conseguito all’estero, riconosciuto idoneo, e un’adeguata preparazione iniziale. Per frequentare proficuamente il corso di laurea è, infatti, necessario avere acquisito conoscenze di base relative all’area linguistico-espressiva, all’area storica e sociale, ed alle capacità logiche e matematiche.
Per frequentare proficuamente il corso è altresì necessaria la conoscenza della lingua inglese di livello B1 (o superiore) del Quadro europeo di riferimento.
Al fine di garantire livelli formativi di qualità in rapporto alla disponibilità di risorse, ai sensi dell’art. 2 della legge 264/1999, il Corso di laurea sarà ad accesso programmato con un numero di studenti pari a 250. A questo numero va aggiunto il contingente riservato a studenti extra-comunitari con residenza all’estero.
La verifica delle conoscenze disciplinari necessarie per la frequenza del corso di laurea avviene con la stessa prova finalizzata alla selezione degli studenti ammessi. Le conoscenze disciplinari di accesso si intendono positivamente verificate con una percentuale di risposte corrette in ciascuna area pari ad almeno il 50%.
Agli studenti ammessi con una percentuale inferiore sono assegnati degli obblighi formativi aggiuntivi. Tali obblighi consistono nella frequenza di corsi o laboratori, anche nella modalità on-line, ovvero nella consultazione di materiali di studio integrativi e devono essere soddisfatti e verificati entro il primo anno di corso. Le modalità di soddisfazione di questi obblighi formativi aggiuntivi sono specificate sul sito della Facoltà di Scienze politiche, economiche e sociali. Qualora lo studente non soddisfi gli obblighi entro il predetto termine, nel successivo anno accademico dovrà prendere iscrizione come ripetente del primo anno di corso, e non potrà sostenere gli esami degli anni successivi al primo.
La conoscenza della lingua inglese è accertata attraverso il superamento di un apposito test, il cui esito non contribuisce alla formazione della graduatoria per l’ammissione. Qualora la conoscenza della lingua inglese risultasse di livello inferiore al B1, è attribuito un obbligo formativo aggiuntivo.
Allo studente con obbligo formativo linguistico che non superi la prova di inglese per il livello previsto è data facoltà di ripeterla.
Possono essere esonerati dalla verifica della conoscenza della lingua inglese gli studenti in possesso delle corrispondenti certificazioni linguistiche, conseguite non oltre i 3 anni antecedenti alla data di presentazione della domanda di ammissione al corso, come anche gli studenti che hanno ottenuto l’equivalente del diploma di scuola secondaria superiore in un percorso di studi che utilizza l’inglese come lingua principale di insegnamento.
Lauree specialistiche cui accedere senza debiti formativiLa laurea in Management pubblico consente l’accesso a una molteplicità di lauree magistrali nel campo del management e delle scienze dell’amministrazione. Presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali, il diretto proseguimento è il corso di laurea magistrale in Amministrazioni e politiche pubbliche (LM-63), cui si accede previo il rispetto dei criteri di ammissione.

Obiettivi formativi

Il corso di laurea Management Pubblico insegna a:
- integrare competenze manageriali diverse (economiche, giuridiche, politologiche, sociologiche, statistiche)
- conoscere i processi e le regole di funzionamento delle amministrazioni pubbliche italiane ed europee
- capire le concrete esigenze delle aziende e dei cittadini
- ragionare per progetti e per obiettivi
- riconoscere e superare le trappole tipiche delle organizzazioni burocratiche
- utilizzare pienamente gli strumenti che l’innovazione tecnologica mette a disposizione dell’innovazione amministrativa e della comunicazione con gli utenti

Sbocchi professionali

Quando lavora nelle amministrazioni pubbliche, il laureato in Management pubblico può operare a livello centrale, regionale o locale con responsabilità di medio grado.
Quando lavora all'esterno del settore pubblico, il laureato in Management pubblico può operare:
- nelle imprese, per la gestione di progetti in cui si intrecciano obiettivi aziendali e politiche pubbliche;
- nelle società di consulenza, per fornire ricerche e servizi basati sulla relazione con le amministrazioni pubbliche;
- nelle organizzazioni di categoria, per monitorare le politiche di settore;
- nei media, per migliorare le informazioni che riguardano i cittadini;
- nelle società di pubbliche relazioni, perché i contatti tra aziende e istituzioni si basino su elevati standard tecnici ed etici;
- nelle organizzazioni non profit, perché anche il bene va fatto bene.